CASTELLI. Un libro e una mostra fotografica sul calcio dilettantistico dei Castelli

La mostra sarà itinerante, prossimo appuntamento sabato 17 a Genzano, con una sezione dedicata al grande e indimenticato “Schicchero” Bruno Abbatini, per poi chiudere sabato 24 presso il Comune di Albano sempre alla presenza di ex  calciatori

Sabato scorso, la Sala Tersicore del Palazzo Comunale ha ospitato la mostra itinerante dedicata al Calcio Dilettantistico dei Castelli Romani, mentre nel pomeriggio nella stessa sala, si sono dati appuntamento ex calciatori della Vjs Velletri, sportivi ed appassionati di calcio di Velletri, non solo per visionare la mostra di foto di diverse squadre dei Castelli e di diverse annate calcistiche, ma anche per accogliere e prendere visione del libro “Il Calcio nei Castelli Romani ieri, oggi e…” che l’autore, Walter De Bardi, con una pazienza davvero certosina ha messo insieme come tanti tessere di puzzle, ma figlie di un unico mosaico, quel calcio tanto giocato ed amato nel nostro territorio. In sala naturalmente, oltre all’autore, il professor Antonello Cipriano, ex rossonero e attuale fiduciario CONI per Velletri, il dottor Mauro Centra, indimenticato portiere della Vjs Velletri degli anni ’70, facente parte del direttivo delle “Vecchie glorie” rossonere ed autore del libro fotografico sulla società rossonera, tanti ex giocatori “vissaroli” degli anni ’60-’70 tra cui Franco (Tom) Rosati, il portiere Gabrielli campione italiano Beretti, Claudio De Marchis, un altro che si è fregiato del tricolore sulla maglia, Augusto Casentini e poi una nidiata di ex giocatori dal più fresco passato in rossonero (anni ’90) come Fabio De Marchis, Alessandro Santoni e Daniele Fatale. Presenti in sala anche la signora Patrizia, vedova del compianto e grande presidente Ivano Selli, con il figlio Daniele e tanti dirigenti o accompagnatori della società lungo il corso degli anni. Dulcis in fundo il neo eletto consigliere provinciale Daniele Ognibene, che come ha sottolineato Walter De Bardi ha avuto un ruolo importante perché la mostra fotografica e libro avessero anche il Patrocinio del Comune di Velletri. Ad aprire il tavolo dei lavori Antonello Cipriano, che ha spiegato il perché, l’autore del libro si è preso la “briga” di scrivere, fotografare, catalogare come un vero “segugio” la vita calcistica delle società dei Castelli dal dopoguerra fino ai giorni nostri (2017). In primis un amore smisurato per il calcio, una passione vissuta prima in campo e poi da dietro una scrivania, ma soprattutto per avere una memoria storica e fotografica di tante società, di tanti presidenti e dirigenti, che con passione e sacrifici e soldi di tasca propria hanno permesso a tanti ragazzi di giocare al calcio ed ai più meritevoli tecnicamente di esordire nei campionati professionisti ed addirittura in Nazionale. Una memoria storica che non deve andare dispersa, ma deve essere ben presente nelle nuove leve di chi vuol praticare questo sport, anche se la crisi economica subìta in questi anni ha portato diverse società a ridurre i propri obiettivi o addirittura scomparire dal panorama dilettantistico del calcio, come la sempre amata e storica Vjs Velletri, rinata quest’anno soprattutto con formazioni del Settore Giovanile. Dopo il Fiduciario CONI è intervenuto l’autore del libro, che ha ringraziato non solo gli intervenuti, ma anche chi ha messo a sua disposizione materiale, scritti e fotografie. Il De Bardi simpaticamente ha anche raccontato un aneddoto di quando si recava presso la Biblioteca Nazionale per consultare le vecchie raccolte dei quotidiani sportivi alla ricerca di classifiche, tabellini ed altro sul calcio domenicale dilettantistico. Lo scrittore del nostro calcio ha raccontato di aver passato giornate intere in Biblioteca, perché naturalmente sfogliando i giornali vecchi, poi si soffermava a sfogliarli da cima a fondo e questo lascia intendere l’amore sviscerato che il De Bardi ha per questo sport. Sono seguiti gli interventi del consigliere regionale Daniele Ognibene, che ha ringraziato lo scrittore ed amico Walter per averci consegnato quest’opera importante per il calcio dilettantistico da proporre alle nuove generazioni, ma anche per noi vecchi nostalgici di un calcio fatto di genuità e di passione verso la squadra del proprio paese. Mauro Centra, ha fatto rivivere ai tanti nostalgici della Vjs Velletri dei bei tempi andati, dove giocare per la Vjs era un onore, società rossonera che nel panorama dilettantistico ha detto sempre la sua e giocarci contro era sempre difficile per qualsiasi squadra, anche di categoria superiore o addirittura professionistica, come in alcune amichevole di lusso disputate al Comunale. Prima della distribuzione del libro, totalmente gratuito, l’autore ha voluto consegnare alcune targhe ricordo dell’evento ad ex giocatori rossoneri, tra cui lo stesso Cipriano e Centra, Franco Rosati, Gabrielli ed al consigliere regionale Ognibene, che da ragazzo prima di darsi alla politica ha avuto un discreto “passaggio” sui campi di calcio.

FOTOSERVIZIO DONATELLA CORREANI

carbor

Please follow and like us:
0
20