Cinema: “A Star is Born”

Al Multiplex Augustus Velletri

Grande successo per Bradley Cooper per “A Star is Born”, il suo esordio come regista è promettente quanto quello di Lady Gaga nel mondo del cinema. Il film, co-scritto, co-prodotto, diretto e interpretato da Bradley Cooper, è così pretenzioso da suscitare un altissimo gradimento nel pubblico grazie al livello di suggestione e melodramma, ma purtroppo non dalla critica: evidentemente gli elementi sono troppo pochi da non poter essere presi in considerazione. Fatto sta che sembra quasi che voglia sfuggire alla definizione di classico “film romantico drammatico” per entrare in quella “film esistenziale”, attraverso il considerevole simbolismo che la trama offre.
Nel 1938, sotto l’omonimo titolo, William A. Wellman vince l’oscar per il miglior soggetto, e di questa storia saranno poi prodotti altri tre remake aventi tutte lo stesso nome: 1954 con Judy Garland, una del 1976 con Barbra Streisand ed infine 2018 con Lady Gaga.
“A Star Is Born” vede la storia di Jackson Main, un famoso cantautore americano che, all’apice della sua carriera, conosce Ally (Lady Gaga), una cameriera che per arrotondare canta in un locale gay. La conosce di fatti mentre canta, e innamorandosene, la coinvolge nei suoi concerti. E mentre la carriera di Ally cresce sempre più, quella di Jack è destinata a concludersi. La vita tra i due si farà sempre più intensa per via della gelosia iniziale di quest’ultimo, e i crescenti impegni di Ally.
Molta attenzione è stata data alla colonna sonora, che mostrando picchi Rock, Folk e Pop simboleggia la variante espressiva di un artista e le sue trasformazioni a volte eccessive. Interamente scritta e cantata da i due attori principali è stata registrata sempre dal vivo, senza sovrapposizioni e interamente pubblicata in un album original soundtrack il 5 ottobre che ha riscosso un enorme successo. Brani come “Shallow” o “Always Remember Us This Way” mostrano una notevole crescita stilistica dei due attori e cantanti, accompagnati da un perfetto dramma romantico nel cinema.
Lady Gaga è meravigliosamente sorprendente come attrice. Ha un aspetto totalmente differente dal “solito”: la si vede senza un velo di trucco (a parte quello cinematografico), scoprendo così un viso non solo fotogenico ma talmente espressivo da tenere testa a Bradley Cooper.
Il quale ha tentato, senza ombra di dubbio, a stupire il grande pubblico con una regia intensa e azzardata. Allievo di Clint Eastwood, egli non ha per nulla deluso le aspettative riposte.

Ascenzio Maria La Rocca

Please follow and like us:
0
20