Velletri. Assistente capo della Polizia Penitenziaria scopre alcune dosi di anfetamine all’interno di alcune celle

Droga nel carcere di Lazzaria

I sindacati chiedono l’innalzamento della vigilanza e un reparto specializzato per controlli a tappeto e all’occorrenza l’impiego delle unità cinofile

Un caso veramente allarmante quello di fine mese. Intorno al 30 gennaio nel carcere di Velletri, durante un controllo quotidiano delle celle, un assistente capo avrebbe trovato un bicchiere di plastica con all’interno una sospetta polvere bianca. Probabilmente anfetamine, ma saranno poi le analisi a dichiarare effettivamente la natura della sostanza. Per ora rimane prioritario scoprire come un detenuto possa procurarsi sostanze non registrate all’interno del carcere. Nell’attesa dei risultati si è dato luogo a numerose accertamenti e indagini su come si sia realizzata una situazione del genere, onde evitarla per sempre. Di fatti, non è assolutamente il primo episodio di ritrovamento di sostanze stupefacenti all’interno di case circondariali sul territorio Nazionale. Ciò potrebbe dare inizio a delle drastiche modifiche ai controlli all’interno degli istituti e alla creazione di organi appositi per la sorveglianza e la previsione. È lo stesso Sindacato della Polizia Penitenziaria che richiede l’innalzamento dei controlli: un “Nucleo Antidroga Permanente”, questo è il nome proveniente dal sindacato; con l’ausilio di una unità cinofila sempre disponibile, lo scopo sarebbe quello di eliminare qualunque tipo di spaccio o giro di droga, fino a scoraggiare perfino l’ipotesi più remota che tale manovra sarebbe dunque possibile. Allo stesso tempo, una nota di grande merito va a tutto il personale penitenziario che ogni giorno si dedica con estrema attenzione alla sorveglianza di azioni illecite, come di certo è lo spaccio. Nonostante le condizioni poco consone ad un lavoro ben distribuito (il sovraffollamento delle carceri crea carenza di personale), le guardi continuano a dedicarsi al mantenimento di un ambiente atto al reinserimento in società dei detenuti; scopo ultimo e nobile delle carceri.

Ascenzio Maria La Rocca

Please follow and like us:
Rome (Italy)
Oggi
Pioggia
Vento : 0.3 km/h
Umidità : 88%