VELLETRI. Dimenticata un’opera della scuola del Bernini

Da anni a secco “Fontana del Trivio”

Versa in uno stato di abbandono decennale la storica e bellissima “Fontana del Trivio”, situata nella centralissima Piazza Cairoli. I rifiuti e l’incuria si sono sostituiti alle limpide acque che alimentavano il monumento assetato ed alimentato dalle falde acquifere della selva della Faiola. Ora quest’opera abbandonata da chi dovrebbe prendersene cura, attende soffocando tra mozziconi di sigaretta e cartacce il giorno in cui potrà tornare ai fasti d’un tempo e a mostrare con orgoglio a tutti la sua genuina capacità di far zampillare l’acqua dalle sue figure scolpite nel travertino e dalla coppa centrale. Il suo disegnatore, l’Architetto Giovanni Battista Rainaldi e lo scultore Pasquale Desideri , realizzarono nel 1622 l’importante e simbolica opera denominata “Fontana del Trivio”, dirimpettaia a “Palazzo Ginnetti”, la prestigiosa residenza dell’omonimo principe, ridotta in macerie durante il periodo bellico. Chissà se i due eccellenti realizzatori avrebbero immaginato quello che oggi non vorremmo fosse lo stato attuale di questa fontana; sicuramente spazientiti si saranno rivoltati nella tomba, chiedendosi come la loro prestigiosa creazione, che tanto lustro ha dato alla città volsca, possa versare nel degrado totale e sotto gli occhi di tutti, si saranno chiesti senz’altro come abbiano fatto le piccole vasche laterali ad essere utilizzate da abbeveratoio per nobili cavalli a cestini per i somari.
Fantasie a parte, l’ultimo restauro importante che la fontana ricordi risale al lontano 1953, poi il silenzio. Le crepe portate dal tempo poi hanno impossibilitato la sua regolare messa in funzione determinandone la definitiva chiusura delle condotte. Quanto la nostra città dovrà aspettare prima che la sua fontana venga ristrutturata e rimessa in funzione se lo chiedono in molti; tra questi anche il sig. Alberto Mariani che anche su una pagina facebook denominata “ SOS cittadini Velletri” chiede a gran voce da anni, a chi di competenza, che venga appunto recuperata la nostra amata opera, raccogliendo l’appoggio di molti concittadini.

Sisto Lucio de Simone

Please follow and like us:
1