CISTERNA. Un bilancio “asciutto” ma sano

Consiglio Comunale dai toni pacati in rispetto del carabiniere ucciso a Roma e della drammatica morte di Marco Gentili

Iniziative contro la chiusura notturna del Punto di Primo Intervento Sanitario. Per gli spettacoli estivi dal vivo emessa una ordinanza per disciplinare orari e volumi

Un bilancio asciutto ma sano. Questo è quanto, al termine della seduta del Consiglio comunale di oggi, è stato deliberato a Cisterna. Un confronto in aula che, su espressa richiesta del Presidente del Consiglio Comunale, Pier Luigi Di Cori, si è caratterizzato per i toni pacati in rispetto a due recenti lutti: quello per il vicebrigadiere dei Carabinieri Mario Cerciello Rega, ucciso a Roma mentre svolgeva il servizio d’ordine, e quello per la tragica caduta di Marco Gentili, persona molto conosciuta e benvoluta in città. All’appello hanno risposto 18 consiglieri ma successivamente Cece, Del Prete, Poli e Capuzzo hanno lasciato l’aula vista l’assenza del sindaco, non prima però, di porre alcune questioni. Tra queste le lamentele di qualche cittadino per il volume e la durata delle esibizioni dal vivo negli spazi pubblici, e poi la segnalazione di alcune aree della città al buio, il ritardo nella nomina del successore del ex presidente Santi nella commissione urbanistica, lo sfalcio dell’erba nel quartiere Collina dei Pini e la presenza di un quadro elettrico pericoloso. Inoltre quale è stata la posizione di Cisterna nella recente riunione dei sindaci sugli aumenti proposti da Acqualatina, e quali iniziative contro l’ipotesi di chiusura notturna del Punto di Primo Intervento sanitario. Hanno risposto, a secondo dell’argomento, il vicesindaco Vittorio Sambucci e l’assessore Campoli. Per gli spettacoli estivi dal vivo è stata emessa un’ordinanza che disciplina orari e volumi per questo ci saranno controlli e sanzioni contro i trasgressori, per la pubblica illuminazione è appena stato affidato l’incarico ad una ditta per la manutenzione ma in alcuni tratti la rete elettrica necessita di interventi più consistenti e quindi il ripristino richiederà tempi più lunghi. Deliberato nell’ultima giunta anche i nuovi interventi di manutenzione del verde pubblico e in giornata i tecnici avrebbero svolto un sopralluogo per verificare lo stato di pericolosità del quadro elettrico a Collina dei Pini e la competenza per la messa in sicurezza. Anche Cisterna ha partecipato al voto unanime contro gli aumenti proposti da Acqualatina mentre entro sette giorni è previsto il riassetto della Commissione urbanistica. Per il Punto di Primo Intervento, l’assessore Felicetti ha partecipato all’incontro tra i rappresentanti dei sette comuni, interessati dal riordino delle strutture sanitarie, e il manager ASL Casati. Essendo il presidio di Cisterna quello che conta il maggior numero di utenti, sarà tenuto in maggior conto nel piano di rimodulazione oggetto di nuovi confronti. A questo punto, dopo l’approvazione dei verbali della seduta precedente, si è passati all’esame dell’unico argomento all’ordine del giorno: l’assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri per l’esercizio 2019. L’assessore al Bilancio, Gildo Di Candilo, ha spiegato come si tratti di una ricognizione che l’amministrazione deve fare durante l’anno al fine di verificare che l’azione in corso sia in linea con il bilancio di previsione. “Dalla verifica svolta in collaborazione con i responsabili incaricati della gestione delle entrate e delle spese dell’ente – ha detto Di Candilo – pur a seguito delle richieste di variazione di bilancio intervenute, non sono stati evidenziati elementi di squilibrio finanziario in quanto gli stanziamenti in entrata, seppure non ancora accertati contabilmente in quanto le attività di gestione sono ancora in corso di avvio e realizzazione, sono stati tutti confermati e in taluni casi addirittura si registra un piccolo incremento. Le attestazioni di conoscenza di debiti fuori bilancio sono tutte in corso di presentazione al Consiglio comunale per il loro riconoscimento e trovano prudentemente copertura finanziaria nel bilancio di previsione 2019. Dunque tutti gli equilibri di bilancio risultano rispettati coerentemente ai vincoli di finanzia pubblica. Inutile ricordare che i tempi che stiamo vivendo sono duri. La scarsezza di liquidità delle risorse ha imposto nuove regole e vincoli tesi a garantire la messa in sicurezza dei bilanci pubblici, la trasparenza e la riduzione della prassi di rinviare sulle generazioni future i disavanzi delle gestioni correnti”. Con il voto contrario dell’opposizione rimasta in aula (Innamorato, Melchionna, Santilli), l’assestamento di bilancio è stato approvato con 11 voti favorevoli.

Please follow and like us:
1