“Sempre più preoccupati per le sorti di Velletri”

VELLETRI. Articolo 1 sull’ospedale Paolo Colombo. L’Ospedale Paolo
Colombo è Dea di I livello e non può pagare scelte sbagliate

Qualche giorno fa, siamo intervenuti pubblicamente sottolineando che è trascorso oltre un anno dall’insediamento dell’amministrazione Pocci, che oltre una affannosa gestione quotidiana amministrativa, siamo costretti a dover constatare la totale assenza sotto il profilo politico di una programmazione che si traduca attraverso atti quotidiani in un progetto concreto di sviluppo della città.

Abbiamo espresso le nostre preoccupazioni perché si tornava a parlare della discarica in contrada Lazzaria.
Abbiamo espresso le nostre preoccupazioni per la Velletri Servizi, vedendo la maggioranza e l’opposizione incapaci di affrontare seriamente la grave situazione in cui si trova la società partecipata.
Negli ultimi giorni si sono aggiunte le preoccupazioni per l’Ospedale Civile.
Il 5 Novembre la Conferenza dei Sindaci sulla Sanità ha votato favorevolmente la proposta di revisione dell’Atto Aziendale della Asl Roma 6, l’atto prevede interventi per 5 milioni di euro per l’Ospedale di Anzio e nessun investimento e potenziamento di rilievo per L’Ospedale di Velletri, se non la ormai famosa “camera calda” che da anni viene richiamata, anzi è stata decisa la chiusura e il trasferimento di alcune specialistiche da Velletri all’ospedale dei Castelli.

L’Ospedale Colombo di Velletri, lo ricordiamo, E’ DEA di I LIVELLO e non può continuare a pagare scelte sbagliate e inefficienze sulla Sanità dei Castelli, è necessario che vengano garantite le risorse economiche, i mezzi e le attività sanitarie corrispondenti alle caratteristiche di DEA di I Livello, quale l’Ospedale di Velletri è.
Chi ha responsabilità di governo della Città, ha il compito di difendere e garantire i servizi alla comunità nelle sedi deputate, trovare soluzioni ai problemi e rassicurare concretamente i cittadini.
Questo si aspettano i cittadini in generale, in particolare se lo aspettano i lavoratori della Velletri Servizi, gli operatori dell’ospedale, gli abitanti ed i produttori dei 5 archi.
Non è sufficiente un selfie dopo aver tappato una buca o tagliato un albero o qualche pseudo comunicato di facciata senza alcuna concretezza.
A chi amministra Velletri si chiede molto di più, perché Velletri lo merita, (prima che non sia troppo tardi).
Articolo Uno Velletri

Please follow and like us:
1