“Sempre più preoccupati per le sorti di Velletri”

Articolo 1 sull’ospedale Paolo. L’Ospedale Paolo Colombo è Dea di I livello e non può pagare scelte sbagliate

Poteva avere conseguenze più gravi per l’uomo 42enne rimasto coinvolto in un tamponamento lo scorso 8 novembre. Quel venerdì mattino alquanto piovoso A.M., dipendente della ditta di materiale edile Enzo Mariani S.r.l. intorno alle 6,50 giunto all’altezza del km 42, 263 della statale Appia con la sua Fiat Bravo si appresta a svoltare a sinistra per entrare nel magazzino mettendosi al centro della carreggiata con attivo l’indicatore luminoso di svolta. All’improvviso sulla vettura piomba un furgone Fiat di una ditta edile condotta da romeno. Per cause che sono al vaglio dei carabinieri, questi non si avvede in tempo della presenza della vettura in mezzo alla strada, denominata anche circonvallazione di levante, tamponandola violentemente sul lato posteriore destro. L’impatto è cosi forte che il sedile di guida della Bravo si stacca dal suo alloggiamento. Forse questo fatto salva A.M. da maggiori danni fisici, visto che il tamponamento manda la vettura contro la parte anteriore di un bus del Cotral che proveniva in senso opposto. Anche questo botto frontale è violento e per goivane si teme il peggio. Sul posto arrivano i soccorritori del 118 i quali lo trasferiscono al Pronto soccorso dell’ospedale Paolo Colombo. Qui il ferito viene sottoposto ad accertamenti clinici con responsi che escludono complicazioni gravi, visto che se la cava con 10 giorni di prognosi. Intanto sul luogo dell’incidente i carabinieri proseguono nei rilievi, mentre gli agenti della Polizia locale si incaricano di far defluire il traffico veicolare che con il passare dei minuti era diventato particolarmente caotico. Per i più quel tratto di strada sta diventando ogni giorno che passa sempre più pericoloso. Non per niente fu messo anni fa un display ad energia solare dove segnala agli automobilisti il limite di velocità consentito che stanno superando. Ma sembra che non basti.
Oltre alle varie attività commerciali e artigianali, sulla zona c’è un incrocio che nasce tra l’intersezione della statale Appia con via Fontana Acquavivola; un attraversamento molto difficoltoso anche per i più esperti della guida. Crediamo che qualcosa che possa scongiurare incidenti si possa fare.


Spa. Lam.

Please follow and like us:
1