VELLETRI. Ma la scala mobile resta chiusa

Inizia lo shopping natalizio. Domenica scorsa, Festa dell’immacolata, un disservizio che ha mandato su tutte le furie cittadini ed operatori commerciali. Nelle prossime domeniche sarà attivata?

L’unica scala mobile presente in città, entrata in funzione ufficialmente il 10 ottobre del 2016 quando venne inaugurata dall’allora sindaco Fausto Servadio, è stata da quel giorno croce e delizia per gli utenti che la utilizzano.
Tante le volte gli articoli fatti dal nostro giornale dove si evidenziava quasi una costante interruzione dell’esercizio mobile per svariati motivi. Tanto per rinfrescare la memoria riportiamo alcuni titoli sulla scala mobile.
Il 19 ottobre 2016 (pochi mesi dalla inaugurazione): “Continua il disservizio della scala mobile. I cittadini chiedono le ragioni all’amministrazione cittadina”; il 22 12 2017: “Troppe volte la scala mobile viene trovata ferma. L’ira dei cittadini nei confronti degli amministratori comunali”; il 13 07 2018: “Scala mobile, riposa sempre il lunedì?”.
Ci fermiamo qui. Abbiamo fatto tutta questa premessa, per dire che la scala mobile (pare che sia diventata una star) è tornata a far parlare di se, visto che se ne sono interessate buona parte delle testate giornalistiche. Ma cosa è successo di tanto eclatante per stare sui giornali? Molto semplice. Domenica 8 dicembre è stata la festa della Immacolata Concezione, giorno consolidato d’inizio delle compere natalizie: shopping particolarmente atteso dagli operatori commerciali veliterni.
E la scala mobile, visto che svolge una funzione importante dato che collega largo Ciancia con viale Bruno Buozzi, e da lì raggiungere comodamente il centro storico, la sua salita e discesa era chiusa in quanto come da contratto stipulato “illo tempore” nei giorni festivi non svolge attività. Incredibile, ma vero. Certo che bisogna rispettare i contratti, ma si possono pure modificare.
L’8 dicembre è sempre stato un giorno festivo, come Natale e Santo Stefano, Pasqua e Pasquetta, il 2 Giugno,il 1° Novembre , mettiamoci anche l’Epifania, Ferragosto.
Tutte date importanti, ma giustamente quella che richiama in città più gente inizialmente è la Festa dell’Immacolata seguita dalle domeniche successive di avvicinamento al Natale.
Quindi ci viene da pensare che lo stop della scala mobile continuerà nelle prossime domeniche? Speriamo di no.
A i commercianti non si possono chiedere sacrifici in ordine delle tasse che debbono versare nelle casse comunali ,spremuti come tutti noi, ma vanno tutelati affiche possano fare incassi.
Se la gente vede che non ha neppure una minima comodità per raggiungere il centro storico, non fa altro che dirigersi verso altre cittadine ma ancor di più verso i centri commerciali. Pensiamo che sulla vicenda ci sia stata una certa dimenticanza, quindi ci auguriamo che il sindaco Pocci intervenga da subito per eliminare un disservizio che non fa onore alla nostra città.
Spartaco Lamberti

Please follow and like us: