A Velletri Nato Days e Nato in Action-Nia

Tre giorni di briefings, dibattiti e simulazioni di crisi con la partecipazione degli alunni dell’IPSSAR “U. Tognazzi” e del liceo Scientifico “A. Landi”

Tre giorni di briefings, dibattiti e simulazioni di crisi con la partecipazione degli alunni dell’IPSSAR “Ugo Tognazzi” e del Liceo Scientifico e Linguistico “Ascanio Landi”. Velletri ha accolto nei giorni dal 20 al 22 gennaio la Nato Days, riunione del Consiglio Atlantico Italiano organizzato dalla Vice Presidente Antonietta Dal Borgo e da tutto il Comitato Atlantico Italiano nella persona del Presidente prof. Fabrizio W. Luciolli e dell’Atlantic Treaty Association, dall’Ammiraglio Cesare Ciocca Responsabile della Formazione del Comitato Atlantico Italiano, da Francesco Ronca, Responsabile dei Programmi Giovanili del Comitato Atlantico Italiano e da Simone Zuccarelli Presidente della Youth Atlantic Treaty Association. Il Comitato Atlantico Italiano e Yata Italy hanno organizzato una serie di simulazioni in giro per l’Italia, dal Consiglio Nord Atlantico, massimo organo politico della NATO. Con il supporto della NATO Pubblic Diplomacy Division, le simulazioni si sono svolte in alcune delle maggiori città italiane, quali Roma, Napoli, Torino e Firenze, e anche qui da noi a Velletri con tantissimi ragazzi che hanno vestendo i panni delle delegazioni nazionali presenti nel Consiglio. Con il di esperti del Comitato Atlantico, tra questi l’Ammiraglio Cesare Ciocca, i partecipanti hanno potuto affrontare complessi scenari di crisi internazionali.

Iniziamo con illustrare il programma della “tre giorni”, iniziando da lunedì 20 presso l’Istituto Alberghiero IPSSAR “Ugo Tognazzi”, con l’intervento del Prof. Daniele Cenci il quale ha ringraziato i presenti intervenuti anche a nome della Dirigente Scolastica dell’Istituto dott.ssa Sandra Tetti, e dichiarandosi entusiasta dell’iniziativa, dando così il via ai lavori; quindi ha preso la parola la dott.ssa Dal Borgo rivolgendosi agli alunni spiegando loro che questa esperienza della Nato Days servirà ad arricchirli soprattutto quando siederanno negli scranni del Consiglio Comunale nella simulazione di crisi, e alla fine avranno un bellissimo ricordo di come funziona la NATO, qual è il suo compito nel mondo, concludendo il suo intervento ringraziando tutti i presenti e augurando buon lavoro a tutti gli alunni. Il Presidente dott. Luciolli è quindi intervenuto illustrando il compito e il ruolo della NATO nello scacchiere internazionale, la quale pur avendo 70 anni, ha comunque dimostrato di essere solida e coesa come non mai e orientata a perseguire gli scopi di sempre: dalla difesa dei territori, alla lotta contro il terrorismo, alla difesa del suolo, al ruolo strategico della Turchia in seno all’Alleanza, alla questione libica. L’Alleanza è apparsa pertanto unita nei suoi 29 membri e L’Italia è chiamata a svolgere un ruolo di primo piano nello scacchiere europeo e internazionale. La NATO ha inaugurato l’arrivo dei primi droni RQ-4D del sistema Alliance Ground Surveillance (AGS): il drone ha una apertura alare di circa 47 metri e può volare per circa trenta ore: ciò gli permette di controllare un’area che va dal Nord Europa al Sahel, e dal Medio Oriente all’Atlantico. Ha un’autonomia di circa 16.000 chilometri, un singolo drone può sorvegliare un’area grande quanto la Polonia. Il secondo giorno, martedì 21, la conferenza è proseguita al Liceo Scientifico e Linguistico “Ascanio Landi” con le stesse modalità del giorno precedente. Al terzo giorno dei lavori, mercoledì 22, presso la Sala del Consiglio del Palazzo Comunale si sono riuniti e accomodati negli scranni del Consiglio gli alunni degli Istituti sopra citati. Erano presenti l’Assessore Romina Trenta, la quale ha fatto le veci del Sindaco Orlando Pocci, e il Presidente del Consiglio Comunale Sergio Andreozzi; presenti anche il Dirigente Scolastico prof. Eugenio Dibennardo dell’Istituto di Istruzione Superiore Statale “Cesare Battisti”, il quale ha portato i saluti della sua scuola, assicurando la loro partecipazione per il prossimo anno. Gli alunni dell’Istituto IPSSAR “Ugo Tognazzi” sono stati accompagnati dal prof. Daniele Cenci con la classe Quinta I; il prof. De Angelis Marco accompagnava gli alunni della Quinta L; il prof. Palocci Angelo del Liceo Landi con le classi V° M, V° A; V° D; V° C e IV° D. L’apertura dei lavori ha previso una simulazione NATO in Action-NI, a cui hanno partecipato tutti gli alunni presenti con entusiasmo e curiosità, vestendo i panni delle delegazioni nazionali presenti nel Consiglio e chiamati a ricoprire il ruolo d Rappresentanti Permanenti nazionali presso il Consiglio Atlantico della NATO, con il supporto di esperti tra cui l’Ammiraglio Cesare Ciocca, il quale ha diretto la simulazione aggiungendo un prezioso contributo scientifico all’evento. I partecipanti hanno potuto affrontare complessi scenari di crisi internazionale. Lo scenario scelto per la simulazione è stato quello dell’Africa Occidentale, Maghreb e Golfo di Guinea, con tutta la storia degli ultimi 30 anni e a cui si è arrivati alla crisi odierna e gli scenari delle organizzazioni terroristiche rappresentati dal Califfato e tutti i possibili sviluppi della crisi. La simulazione si è tenuta presso la Sala Tersicore e si è conclusa con successo ed una particolare attenzione e passione da parte degli alunni degli Istituti. Alla conclusione della “tre giorni” e dei lavori, spazio ai ringraziamenti, cominciando dalla Dirigente Scolastica dell’Istituto IPSSAR “Ugo Tognazzi” dott.ssa Sandra Tetti; la Dirigente Scolastica del Liceo Scientifico e Linguistico “Ascanio Landi”; prof.ssa Simonetta De Simoni, gli alunni dell’accoglienza turistica dell’IPSSAR del IV° con la prof.ssa Alessandra Burello, e del II° accoglienza la prof.ssa Elena Capretto; gli alunni della classe II A e quarta E del prof. Alterio Giuseppe; la classe I A col prof. Lattao Riccardo e il prof. Ettore Antonio Introcasa; il tecnico informatico del “Landi” sig.ra Gianna Nanni.


Borro Rossella

Please follow and like us:
0
20