“Il Carnevale Popolare Veliterno diventerà il nostro fiore all’occhiello”

L’Assessore Alessandro Priori al nostro giornale. Per quanto riguarda il commercio, tra le attività che hanno aperto e quelle che hanno chiuso abbiamo un saldo positivo e in crescita. Infine sugli impianti sportivi, la critica situazione del campo A è complicata dall’alto numero di squadre che vi si allenano

Informaoggi ha incontrato l’Assessore agli Affari Legali, Contenzioso, Rapporti con il Tribunale, Sport e Promozione Turistica, Spettacoli ed Eventi, Commercio, Industria ed Artigianato Alessandro Priori per un’intervista trattante gli eventi, le problematiche e gli ultimi fatti veliterni. Per quanto riguarda il Carnevale, l’Assessore ci spiega che l’evento si svolgerà durante tre domeniche, dal 9 al 23 febbraio, per concludersi il 25, ovvero il Martedì Grasso. I preparativi per l’evento hanno dato degli ottimi risultati tant’è che il numero di carri e gruppi è aumentato, raggiungendo rispettivamente il numero di sette e otto, mentre lo scorso anno ce ne furono la metà. L’obiettivo dell’amministrazione è portare avanti quest’iniziativa e renderla un fiore all’occhiello di Velletri, soprattutto in un periodo in cui molti comuni hanno dovuto rinunciare ai carri o hanno diminuito il numero degli stessi. Il percorso seguito dai carri sarà lo stesso degli scorsi anni, per non rompere con la tradizione veliterna: si partirà alle 15.00 da Piazza dei Caduti sul Lavoro fino a Piazza Garibaldi, tornando indietro. Durante il Martedì Grasso, si terrà la classica festa di Carnevale, ma in modo più ampio, proprio grazie alla maggiore partecipazione di gruppi e carristi. L’assessore ringrazia, appunto, i carristi che si sono aggiunti quest’anno e quelli già presenti gli anni passati, nonché le associazioni che hanno contribuito, inserendo i bambini e facendoli aderire ai vari gruppi.
Sui dati del commercio, l’Assessore ci spiega che in generale sono positivi, soprattutto negli ultimi due anni. Aggiunge: << Nel 2018, la differenza tra le attività che hanno aperto e quelle che hanno chiuso è stata di +40, mentre nel 2019 di +87. Abbiamo un saldo, in termini di apertura, positivo e in crescita>>. Tuttavia, il commercio si è spostato e non è più concentrato solo nel centro storico. Si sta ragionando su come promuovere nuove aperture nel centro storico. La settimana prossima, ci spiega Priori, ci sarà una convocazione degli amministratori e degli uffici per affrontare la situazione in modo condiviso. Tralasciando la dislocazione, i dati positivi ci mostrano che, anche dal punto di vista turistico, Velletri è un polo attrattivo anche per chi viene da fuori.
Riguardo all’impianto della palestra Polivalente, l’Assessore Priori ci spiega che in seguito all’emissione di un bando, da circa dieci giorni c’è stato l’affidamento dei lavori riguardanti la copertura dell’impianto sportivo.
Prossimamente verranno incontrate le ditte che saranno coinvolte nei lavori e poi si darà il via al tutto.
L’intervento non richiederà molto tempo perché, come ci spiega l’Assessore, la copertura verrà costruita, trasportata e poi applicata sul posto. Ci saranno dei giorni di stop delle attività che verranno accordati con le società che fruiscono dell’impianto sportivo. Si provvederà, subito dopo l’applicazione della copertura, anche al rifacimento del tappeto di gioco. Ci troviamo in una fase di lavori in corso.
Restando in tema di impianti sportivi, chiediamo a riguardo della situazione del Campo Comunale A. Il campo in questione è costituito da erba naturale e pertanto soffre delle condizioni climatiche avverse. Tutto questo ha portato il Campo A alle condizioni odierne.
L’Assessore aggiunge che l’alto numero di squadre che si allena sul terreno del Campo A complica la situazione, poiché il terreno è sempre sottoposto allo stress degli allenamenti. Tuttavia, è importante che il numero di squadre e l’affluenza di giovani sia alto, ma si auspica in futuro di avere una società unica, a Velletri.
Questo determinerebbe una diversa gestione degli spazi a disposizione e una diversa modalità di manutenzione, che gioverebbe al terreno del Campo A.
Infine, l’Assessore si esprime riguardo ai fatti accaduti durante il derby della scorsa domenica: “Sono fatti gravi anche quando si verificano su campi diversi da quelli da calcio. È giusto provare della sana competitività, ma senza dimenticare la sportività e il buonsenso. Quando si arriva a fatti di questo genere, significa aver oltrepassato il limite. Il calcio deve restare ai giocatori, i tifosi devono restare tifosi”.
L’Assessore fa gli auguri alle persone che sono rimaste ferite nella rissa e si augura che gli eventi sportivi finiscano con un applauso e non con il fischio di una sirena, perché a quel punto si decreta il fallimento dello sport.
Giorgia Gentili

Please follow and like us:
0
20