La Banca Popolare del Lazio dona 100.000,00 Euro alla Diocesi di Velletri – Segni sotto forma di “buoni spesa” a sostegno delle categorie sociali più vulnerabili

La Banca Popolare del Lazio partecipa nello sforzo che il nostro Paese sta affrontando per superare l’emergenza sanitaria COVID-19

La Banca ha recepito pienamente il difficile momento che tutta l’Italia sta vivendo, ed ha voluto andare anche oltre le importanti iniziative in termini di sospensione delle rate di mutui/prestiti e di incremento della liquidità per famiglie ed imprese.

“La nostra presenza” dichiara Massimo Lucidi – Amministratore Delegato di BPLazio, “deve essere ora ancor più incisiva per soddisfare le necessità primarie del Territorio”.

Questa sarà anche per il futuro la linea guida degli interventi di supporto alla comunità: sostenere chi è in difficoltà per superare i momenti di crisi, essere a fianco del settore sanitario per poter contribuire a migliorare il servizio alle persone e fornire strumenti immediatamente utilizzabili per soddisfare i bisogni primari.

“Certo, non tralasceremo le iniziative di particolare valore”, continua Lucidi, “ma è ovvio che la quasi totalità dei fondi disponibili sarà devoluta ad iniziative di valore socio/economico, finalizzate a stabilizzare le difficoltà e le diseguaglianze che questa crisi sta generando”.

E’ il dovere di “Banca del Territorio”, essere parte attiva per migliorare la qualità delle vita delle persone e rappresentare il giusto riferimento dei suoi Soci; due elementi su cui BPlazio fonda le sue radici e grazie alle quali è potuta crescere. E’ quindi una naturale conseguenza far ricadere i frutti di questo impegno a favore della comunità.

“Con questa iniziativa” – prosegue l’Amministratore Delegato – “crediamo di aver dato voce e lustro agli oltre 6.000 Soci di questa Banca, che possono, attraverso questo gesto di grande generosità e solidarietà, sentire di aver davvero contribuito ad alleviare parte delle sofferenze delle persone più in difficoltà”.

Banca Popolare del Lazio ha donato alla Diocesi di Velletri – Segni, come misura di sostegno, il corrispettivo di 100.000,00 Euro in buoni spesa – utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari o prodotti di prima necessità – che verranno destinati alla fascia debole della popolazione [quella particolarmente colpita dalle conseguenze negative dovute all’emergenza] che risiede nei territori dei comuni della Diocesi di Velletri-Segni.

Il fondo è stato consegnato a Sua Eccellenza Vincenzo Apicella, Vescovo di Velletri-Segni e verrà amministrato, nella distribuzione e nella rendicontazione, dalla Caritas Diocesana di Velletri-Segni.

“La Caritas diocesana” – dichiara Mons. Apicella – “distribuirà la somma tra le 21 Parrocchie della Diocesi di Velletri-Segni attraverso i Parroci ed i criteri per la suddivisione saranno in base al numero degli abitanti delle singole Parrocchie e dei reali bisogni intercettati”.

In merito alla verifica delle richieste per i buoni-spesa, Mons. Apicella specifica che “il criterio di assegnazione verterà sulla conoscenza che le singole Caritas parrocchiali hanno delle persone e dall’ascolto che si riuscirà a fare in questo periodo”.

La richiesta del buono potrà essere effettuata dal richiedente rivolgendosi direttamente alla Parrocchia di appartenenza o alla Caritas diocesana Velletri-Segni La Banca Popolare del Lazio, presente da un secolo nella storia economica della Regione, con questa iniziativa vuole rispondere ad una delle numerose sfide imposte da questa straordinaria contingenza, contribuendo per il bene delle famiglie, delle imprese e delle persone del territorio.

Please follow and like us:
0
20